RSS

Le capitali e altre città minori

In Guild Wars 2 le città avranno un aspetto completamente diverso da quello dell’originale Guild Wars. Saranno più grandi, più moderne e più complesse, con zone pubbliche ed istanze, e offriranno possibilità di visitare gli interni di molti edifici.

Durante la Demo era possibile visitare la capitale umana, Divinity’s Reach, che sarà locata nella zona corrispondente alla Costa della Divinità dell’originale Guild Wars.

Come la mappa mette in evidenza, le capitali saranno enormi e suddivise in grandi quartieri. Alcuni di essi saranno istanziati, mentre altri saranno pubblici…

  • La Città Alta e il Palazzo Imperiale (Al centro)
  • Quartiere di Ossan
  • La grande voragine
  • Quartiere del Popolo (Ovest)
  • Quartiere del Popolo (Est)
  • Rurikton (Quartiere di Rurik)
  • Distretto di Salma

Quest’ultimo corrisponde alla zona istanziata in cui si trova la casa del giocatore. Tutto il quartiere costituisce una grande istanza le cui caratteristiche cambieranno a seconda delle scelte fatte nel gioco. Ad esempio, particolari personaggi salvati durante una missione potranno essere ritrovati in questo luogo, offrendo al giocatore qualche particolare opzione o semplicemente apportando mutamenti puramente estetici. Tutto il quartiere potrà essere fatto visitare ai propri amici mediante un apposito invito.

Ogni grande città avrà dei portali Asura che la mettono in collegamento diretto con le altre capitali. In questo modo, dopo un breve tutorial iniziale, i giocatori potranno raggiungere rapidamente i propri amici in una qualunque delle capitali raziali.

Ogni capitale offrirà dei diversi mini-giochi, disponibili in un quartiere appositamente dedicato. Alcuni di questi mini-giochi si svolgeranno in zone istanziate mentre altri saranno pubblici.

Oltre alle capitali esisteranno naturalmente numerose città minori e villaggi, di dimensioni molto più contenute. Tra i tanti luoghi visitabili ci saranno anche città che erano presenti anche nell’originale Guild Wars, come l’Arco del Leone o Beetletun. Quest’ultima città era visitabile nella Demo ed è apparsa davvero irriconoscibile. A quanto pare un tale Caudecus si è preso l’impegno di far espandere notevolmente la città, che addirittura ha eretto una statua in suo onore nella piazza principale. Potete averne un assaggio in questo video…

Molti altri luoghi dell’originale Guild Wars saranno inoltre visitabili. Ad esempio, nella Demo era possibile raggiungere il vecchio Tempio delle Ere, rimasto sommerso dopo l’innalzamento dei mari ad opera di Zaithan. Andando sott’acqua è possibile riconoscere le statue dedicate agli Dei che caratterizzavano il Tempio (Video).

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: