RSS

Intervista Esclusiva: Elementalista e Combattimento

Intervista esclusiva di mmorpgitalia (a questo link potete vedere anche il video dell’intervista in lingua inglese) ad ArenaNet. Quella che trovate di seguito è la traduzione integrale. L’intervista prende in esame principalmente la professione dell’Elementalista e la gestione dei ruoli durante il combattimento. Ringraziamo mmorgpitalia per la possibilità di pubblicare l’intervista. Buona Lettura!

________________________________

Diversamente da quanto accadeva in Guild Wars, quando selezioniamo un elemento nella barra dell’Elementalista, cambiamo automaticamente l’Armonia Elementale. Questo è un modo per far evolvere il nostro Elementalista e renderlo più potente…

Si, questo sistema permette di cambiare Elemento e quindi il modo di combattere dell’Elementalista durante la battaglia. Quindi se hai bisogno di uccidere un gran numero di nemici sceglierai il Fuoco, se devi controllare i nemici o rallentarli allora sceglierai il Ghiaccio (Acqua, ndt), se vuoi abbattere i tuoi avversari o aumentare la velocità dei tuoi alleati o ancora causare una grande quantità di danni a un singolo avversario userai l’Aria, se desideri diventare realmente terrificante nel proteggerti o vuoi abbattere qualunque cosa sceglierai la Terra. Quindi l’idea è che l’Elementalista possa adattarsi ad ogni situazione passando da un Elemento all’altro, così da essere estremamente versatile. Esso è così in grado di ricoprire qualunque ruolo in ogni combattimento, come DPS, come Tank, come Supporter. Quello che vogliamo per GW2 è che ogni classe possa ricoprire ogni ruolo in ogni situazione, e questo è il motivo per cui l’Elementalista può cambiare Elemento e creare diverse combinazioni da essi.

Quindi ora l’Elementalista non è più una classe che impiega un unico Elemento, ma può usarli tutti. Mi sembra che questo la renda la classe più potente del gioco…

Beh… in realtà ogni classe potrà fare le stesse cose altrettanto bene, solo che lo faranno in maniera diversa. Un Guerriero ha a disposizione un gran numero di diverse armi, e potrà ad esempio passare dall’uso della spada a quello dell’arco, potendo giocare anche come “ranged class”. Oppure potrà giocare come Tank equipaggiando una spada e lo scudo, o ancora potrà causare un’enormità di danni passando all’uso di due Asce. Quindi, tutte le classi hanno questa forma di versatilità, potendo passare da uno stile di gioco ad un altro. L’Elementalista potrà entrare in Armonia coi diversi Elementi, ma non può invece cambiare set di armi durante il combattimento, dato che ha già le Armonie. L’altra cosa che l’Elementalista ha a disposizione sono i Tratti. Con questi è possibile specializzarsi maggiormente nell’uso di certe abilità, e l’Elementalista ha veramente un gran numero di Abilità, perciò dovrai scegliere in che modo vuoi specializzarti. Potrai quindi decidere di specializzarti maggiormente nell’uso delle Magie del Fuoco: Potrai ancora usare liberamente le altre Armonie, ma sarai particolarmente potente nelle Magie del Fuoco. Avrai quindi dei vantaggi sulle tue Abilità del Fuoco, come ricarica più veloce, maggiore potenza, o altre cose del genere. Dunque potrai passare da un Elemento all’altro e fare cose differenti.

Quindi l’Elementalistà sarà in grado di immobilizzare il suo avversario e poi dargli fuoco…

Si, questo è uno dei modi in cui possono agire. Il Fuoco è il mezzo principale per fare danni. Potresti passare al Ghiaccio per bloccare i tuoi nemici e poi farne un bersaglio per le tue magie ad area. In alternativa potresti anche usare Magie del Fuoco per abbattere i tuoi nemici e tenerli immobili così da poter poi usare su di loro qualche altra magia. L’idea è che puoi passare da un Elemento all’altro per ottenere qualche vantaggio, ma potresti anche rimanere su un unico Elemento ad esempio per specializzarti nel fare danni massivi. Cambiare Elemento ti permette di fare un pò quello che vuoi!

Abbiamo sentito parlare dei vari tipi di DPS, Curatore o Tank. Il Tank in Guild Wars non deve solo stare davanti ai nemici come una statua ma deve anche rallentarli, bloccarli…

L’idea è quella di rendere veramente importante il ruolo del posizionamento nel gioco. Abbiamo inserito molta variabilità, potete muovervi in giro, rimanere fermi, raggruppare i nemici per poi ucciderli. Abbiamo anche abilità come quella dell’Elementalista conferita dall’uso del pugnale nella mano principale, che consente di ritirarsi con una capriola all’indietro che lascia dietro di sé una scia di fuoco (Burning Retreat, ndt). Un’altra magia dell’Aria consente di entrare in un campo di forza elettrico e lanciarsi in volo addosso al nemico. Cose di questo tipo. Abbiamo creato molto gioco di posizionamento, abilità di movimento e altre cose del genere da impiegare nel combattimento. Questo è il modo in cui intendiamo rendere il combattimento più attivo, e più interessante…

Allora… un’ultima domanda. L’assenza di curatori. Credo che sia un’ottima cosa dato che i giocatori si ritrovano sempre a incolpare i curatori quando qualcosa va storto. Mentre ora saranno costretti ad incolpare solo loro stessi…

Beh certo, perché alle persone piace avere qualcuno da incolpare. Si, ognuno è il miglior curatore di se stesso. Devi controllare la tua stessa vita, perciò quando sei in pericolo dovrai abbattere l’avversario o controllarlo in qualche modo per poter fuggire e curarti. Devi prenderti cura della tua stessa vita. Inoltre abbiamo una “Modalità Abbattuto”, perciò anche se vieni sconfitto non sei tagliato fuori dall’azione ma puoi continuare a colpire il nemico, e questa può essere a volte la cosa giusta da fare, perchè se ti aiutano ad ucciderlo potrai riprenderti. O puoi essere riportato in vita da altre persone. Quindi abbiamo dei modi piuttosto semplici per tornare in gioco ed abbiamo evitato dei sistemi eccessivamente punitivi, incoraggiando il gioco di squadra con tutti i membri del gruppo, piuttosto che il dover far affidamento su una sola persona, che nel caso qualcosa andasse storto si prenderebbe tutta la colpa. Che sia un curatore o un Tank. Tutti possono fare il Tank o curare, e perciò tutto dipende da come il gruppo si adatta alla battaglia per superare le difficoltà. A volte una persona può risultare superiore alle altre per uscire da una situazione difficile.

Per concludere… un gioco in cui ognuno deve pensare con la propria testa…

Si. Vogliamo effettivamente cercare di aumentare la variabilità degli scontri, piuttosto che ricorrere alla situazione tipica in cui un tizio sta fermo a prendere i danni, un altro si assicura che la barra della vita non scenda e un terzo fa in modo di far scendere quella degli avversari. Questo è troppo semplicistico. Ovviamente è possibile trovare molto divertente questo tipo di giochi, ma anche noi li abbiamo giocati a lungo, e ora è venuto il momento di provare qualcosa di nuovo, un nuovo tipo di gioco… ed è questo che Guild Wars 2 vorrebbe essere.

Grazie

Prego…

 

I commenti sono chiusi.

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: