RSS

Le Risposte ai “Perché” su Guild Wars 2

03 Dic

Da alcune settimane ArenaNet si è ritirata nel suo guscio e non ha rilasciato nessuna news o accenno a quando potremo aspettarci qualche nuova informazione. Naturalmente questo è stato sufficiente ad alzare una nube di proteste e dubbi attorno ad un gioco ormai fortemente atteso da quasi 5 anni. Eric Flannum ha voluto rispondere a tutti tramite il forum di GW2Guru e ho pensato valesse la pena mettere le sue risposte a disposizione anche della comunità italiana: eccole.

“ArenaNet non può creare un gioco perfetto dunque il loro sistema di sviluppo iterativo riuscirà solo a ritardare infinitamente l’uscita del gioco!”

EF: Ci sono molte varianti di questo tipo di affermazione ma la risposta è piuttosto semplice. Guild Wars 2 non sarà un gioco perfetto, nessun gioco può esserlo. L’obiettivo del procedere per iterazioni nello sviluppo di certe feature non è di renderle perfette, ma piuttosto di portarle dall’essere mediocri all’essere buone, o addirittura ottime. Questo è particolarmente vero se state facendo qualcosa che non avete mai visto fatto a dovere in precedenza, in quanto non avrete esempi da tenere in considerazione quando cercate di prevenire potenziali problemi. Sappiamo che il gioco non sarà perfetto e non abbiamo mai detto il contrario. Quello che abbiamo detto è che voglimo produrre un gioco grandioso e, ancora più importante, un gioco completo e rifinito al meglio.

“Ci saranno comunque bug alla release, quindi perché non far uscire il gioco ora e sistemare i bug in seguito?”

EF: Nel mercato occidentale dei videogme un gioco ha una sola opportunità per farsi un pubblico, e quella opportunità coincide col momento della release. Gli esempi di giochi che sono stati rilasciati con grossi problemi, sistemati solo dopo le release, che siano poi riusciti a conquistarsi la fiducia degli utenti sono pochi e distanti tra loro. D’altro canto, gli esempi di giochi che sono stati rilasciati con enormi potenziali, ma che hanno fatto una cattiva impressione sui giocatori al primo impatto e si sono poi trovati costretti ad accontentarsi di un pubblico minimo di giocatori o sono stati addirittura chiusi sono ben facili da individuare. Tutti noi abbiamo visto dove possono arrivare i giochi rilasciati incompleti e nessuno di noi vuole che Guild Wars 2 fallisca perché messo sul mercato prima di essere completato.

“Se gli sviluppatori di ArenaNet fossero stati più bravi/capaci/esperti non avrebbero fatto molti errori e non avrebbero avuto bisogno di rivedere aspetti del gioco così tante volte”.

EF: Sarò il primo ad ammettere che abbiamo fatto un discreto numero di errori (e che per molti di questi sono anche direttamente responsabile). Se guardate però al tipo di cose che abbiamo modificato o cambiato nel corso dello sviluppo vedrete che praticamente tutte le nostre idee di base sono rimaste intatte. Quello che abbiamo fatto è stato principalmente modificare certi dettagli, cosa che accade praticamente sempre nello sviluppo di qualunque gioco. Un disegno di progetto dovrebbe riportare tutte le idee e gli obiettivi del gioco, e non i dettagli minuti, in quanto tutti i giochi, e in modo particolare i MMO, rappresentano progetti particolarmente complessi, con numerose parti modificabili. Nessuno che io abbia mai incontrato è in grado di prevedere come tutti gli elementi reagiranno gli uni agli altri. Anche in questo caso, ciò è vero in particolar modo se state cercando di creare qualcosa di nuovo.

“Il gioco sembra praticamente finito. Dunque perché non ci permettono di giocarlo?”

EF: Ciò che abbiamo mostrato ai trade show era in effetti piuttosto ben rifinito ma è importante tener presente le cose che non avete visto o di cui noi non vi abbiamo ancora parlato. Non fraintendetemi, non sto dicendo che le cose che avete visto sono le uniche che abbiamo effettivamente prodotto finora. Per esempio, di tutti i contenuti del gioco i dungeon sono probabilmente quelli più avanti nello sviluppo. Non li abbiamo ancora mostrati perché non crediamo che uno show affollato sia un buon posto per mostrare contenuti che dovrebbero essere dedicati a gruppi organizzati e coordinati. Detto questo, ci stiamo sicuramente avvicinando alla fine: riveleremo l’ultima professione prima della fine dell’anno e avremo anche varie altre cose di cui parlare nell prossime settimane.

“ArenaNet deve pure aver fissato una data approssimativa per l’uscita del gioco. Perché non possono dircela?”

EF: Abbiamo moltissime date e scadenze interne. Non ve le diciamo perché francamente, anche se vi dicessimo chiaramente che si tratta di “data approssimativa” o di “uscita stimata” o qualcosa di simile, saremmo poi legati alla data fornita e saremmo accusati di aver mentito se non dovessimo rispettare la scadenza. Questo ci porterebbe a rilasciare qualcosa prima di averlo completato e, come scritto sopra, non vogliamo assolutamente fare una cosa del genere.

Dunque la situazione è chiara: il gioco sarà pronto quando sarà pronto perché l’obiettivo è quello di creare qualcosa di grandioso anche se, ovviamente, non perfetto. Del resto è un punto che personalmente condivido. Ho spesso occasione di vedere utenti che si lamentano sui forum perché il gioco dopo 5 anni non è ancora uscito. Eppure basta pensare a quanto sia alto l’obiettivo che ArenaNet si è posta ed anche a quanto sia lungo lo sviluppo di molti altri giochi single player o MMO (a volte anche 7-8 anni) per rendersi conto che, in questa prospettiva, 5 anni non sono poi molti, anzi. Nel frattempo ci sono molti altri giochi sul mercato con cui passare il tempo… e nel frattempo potremo leggere qualche nuova informazione sull’ultima professione e sugli altri aspetti del gioco, in arrivo nelle prossime 3 settimane.

 
11 commenti

Pubblicato da su 3 dicembre 2011 in Generiche, Voci di corridoio

 

Tag: , ,

11 risposte a “Le Risposte ai “Perché” su Guild Wars 2

  1. Ayame

    14 dicembre 2011 at 18:35

    Non dovrete aspettare ancora molto, nc ha appena annunciato che Aion diventerà free to play in Europa a febbraio, perchè la divisione europea è stata forzata a dedicarsi a wildstar e GW2, e anche perchè il gioco è morto, io penso che il gioco fosse pronto già da quello che ho visto al gamescom, però volevano spremere fino all’ultimo le proprie risorse, visto che mi sembra che gw2 punti parecchio anche sull’utenza del vecchio continente, quindi le forzerà a non avere un cazzo da fare fino alla release, una politica di merda e irrispettosa verso gli utenti, ma che funziona🙂

     
  2. genesx

    4 dicembre 2011 at 10:48

    Myur ha perfettamente ragione… In effeti gestire l’hype per un periodo come 5 anni può essere difficile (che poi mi pare ci siano voluti almeno un paio d’anni o più per comincare a vedere qualcosa) ma siamo assolutamente nel range di tempo medio per lo sviluppo di un prodotto del genere.

     
  3. Myur

    4 dicembre 2011 at 09:44

    La questione è molto più semplice di quella che alcuni di voi descrivono.

    Quando ArenaNet decise di creare GW2, decise anche di avvisare gli utenti fin dai primi mesi di lavoro sul gioco (Gennaio 2007), in quanto volevano chiarire il motivo per cui non avrebbero creato altre espansioni per GW1.

    La SH che hanno prodotto i giochi che portate come esempio o comunque conoscete, informano invece gli utenti solo quando arrivano gli ultimi 2 anni di sviluppo.

    Se prendete Skyrim come esempio: il progetto è stato iniziato nel 2006 e rilasciato a fine 2011 (5 anni), ma il gioco è stato annunciato a fine 2010!! Quindi dalla presentazione all’uscita avete aspettato solo un anno.

    Conclusione: non è ArenaNet che ci impiega molto a far uscire il gioco. Il tempo che stanno impiegando è assolutamente normale. E’ solo che siamo/siete abituati a una gestione diversa dello sviluppo e vi sembra che ArenaNet la tiri per le lunghe quando in realtù sta semplicemente impiegando lo stesso tempo di qualunque altra SH:

     
    • GuildWars1

      7 dicembre 2011 at 02:10

      Quoto pienamente!

       
  4. nereus90

    4 dicembre 2011 at 00:25

    Io il boss di arenanet sinceramente non lo conosco ma dato che il team di sviluppo è costituito da gente che viene da diverse SH magari hanno anche problemi di collaborazione

     
  5. xXx87

    3 dicembre 2011 at 23:03

    Leggo sempre le stesse cose sui forum/siti italiani.Non capsico una cosa, è come se su skyrim mentre lo stavan producendo annunnciavan tutto.Invece no, solo quando era pronto han iniziato un pò di campagna publicitaria.Personalmente preferisco il loro metodo, che ti rendono partecipi di ogni cosa, da come viene creato l’audio a come un mob scorreggia.E posso affermare che da un lato è anche costruttivo.Se non avete voglia di aspettare, peccato, vi perdete il gioco del secolo.Molti non sanno chi è il boss dell’anet e soprattutto cosa ha fatto in passato, tanto da essere nominato “Game’s God”.

     
  6. Darighaz

    3 dicembre 2011 at 22:24

    Non capisco perche non dicono nemmeno le lingue in cui sara supportato…andra a finire che alla lunga la gente si stufa sia di aspettare notizie che di aspettare il gioco,io seguo la telenovela da “solo” un anno e mi sto già stufando.
    Se per caso uscisse prima diablo di gw2 mi sa che salto l’acquisto so che non sono uguali ma il tempo da dedire al gioco è limitato.

     
    • Seth

      3 dicembre 2011 at 22:49

      diablo altro tasto dolente!!!

       
  7. Graziano Vagnozzi

    3 dicembre 2011 at 21:37

    Quel “ci stiamo sicuramente avvicinando alla fine” ha un suono francamente agghiacciante…

     
  8. nereus90

    3 dicembre 2011 at 19:20

    ah dimenticavo, questa notizia chiaraente fa slittare di altri 6 mesi la data di presunta uscita di guild wars 2! che palllllllllllll..

     
  9. nereus90

    3 dicembre 2011 at 19:18

    se se comunque secondo me soffrono ampiamente di ansie da prestazioni. A quanti di noi è capitato di dover preparare un progetto e continuare a modificarlo perchè non ci convince mai. Il problema che non capiscono è che una cosa devi definirla punto e basta, non puoi avere tutto o rischi di fare un grosso minestrone e basta. Inoltre tutto questo tempo di attesa non fa poi cosi bene perchè se diventa troppo lungo rischiano anche di far uscire un gioco già vecchio. Poi i soliti BM fan possono dire che non è vero che loro sono bravissimi e intelligentissimi ma i bimbi scrivono sui forum per bimbi.

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: