RSS

Hands-On Parte Terza: Lo Structured PvP

19 Ago

Eccoci finalmente alla tanto agognata preview sul PvP strutturato, ossia su quella modalità che andrà a costituire un vero e proprio e-sport in Guild Wars 2. Prima di darvi le nostre impressioni però credo sia importante presentare adeguatamente l’argomento ricorrendo ad alcune note generali di introduzione e alla traduzione dell’articolo di Jonathan Sharp che descrive le caratteristiche della mappa che abbiamo avuto modo di provare al GamesCom.

Lo Structured PvP

Questa modalità PvP prevede scontri tra due squadre composte da 5 giocatori (a quanto sembra si potrà arrivare anche a 10 in alcune mappe) e offrirà due principali modalità di gioco: i tornei e le partite “hot-join” (ossia ad “ingresso rapido”). Qualunque personaggio di qualunque livello potrà accedere al PvP, ma le sue stat saranno modificate in modo che tutti i partecipanti possano trovarsi allo stesso livello e con equipaggiamenti di comparabile potenza. Il personaggio avrà accesso anche a tutte le skill della sua professione, ma non a quelle razziali.

Saranno disponibili svariate mappe di gioco caratterizzate da differenti obiettivi, dunque non sarà sufficiente fare strage di nemici, ma si dovrà cercare la giusta stategia di squadra per completare gli scopi primari e fare in modo di bloccare i nemici impedendo loro di fare altrettanto.

La Schermata di Selezione della Partita per l'Hot-Join PvP

Tornei e PvP a Ingresso Rapido si svolgeranno nelle medesime mappe, ma i primi saranno basati su scontri programmati periodicamente (anche i giocatori avranno la possibilità di organizzare i loro tornei), mentre il secondo tipo sarà organizzato in maniera simile a quanto accade per molti FPS: i giocatori potranno creare una partita od unirsi ad una esistente, di cui sono stati definiti vari parametri come mappa di gioco e dimensioni dei team. Quest’ultimo è il tipo di PvP che abbiamo avuto modo di provare, con la mappa chiamata “Battaglia di Kyhlo“.

Vediamo dunque l’articolo che descrive le caratteristiche principali di questa mappa.

Punti Chiave della Mappa

Punti di Cattura

Due squadre dovranno combattere per il controllo di 3 punti di cattura:

  • Il Mulino a Vento nella parte Nord
  • La Torre dell’Orologio nella parte Centrale
  • Il Palazzo nella parte Sud

La Mappa della Battaglia di Khylo

Ogni 2 secondi, ogni squadra sarà ricompensata con un punto per ogni punto di cattura sotto il suo controllo. Mantenendo il controllo di queste aree e prevenendo la loro conquista da parte degli avversari si incrementerà il proprio punteggio negando punti alla squadra avversaria. Il gioco termina quando una squadra raggiunge i 500 punti o il tempo finisce (in tal caso uscirà vincitrice la squadra che ha più punti).

Basi

La squadra Rossa partirà dalla base a Ovest, mentre la squadra Blu partirà nella base a Est. Queste sono le zone da cui inizierà la vostra partita e – a meno che  non veniate resuscitati da un alleato – dove rinascerete dopo essere stati uccisi.

Trabucchi

Tutte le mappe PvP di Guild Wars 2 saranno caratterizzate da ciò che definiamo “meccanica secondaria”. Per la Battaglia di Kyhlo, la meccanica secondaria è rappresentata dal trabucco. Ciascuna delle due squadre avrà un trabucco che potrà essere usato per colpire i nemici ovunque sulla mappa – inclusi i tre punti di cattura. Gli attacchi del trabucco potranno colpire grandi porzione del campo di battaglia e abbatteranno i nemici, dunque imparare ad usarlo correttamente sarà sicuramente importante nel determinare il vincitore della partita.  Il trabucco di ognuna delle due squadre potrà essere distrutto dagli avversari, e quando questo accade, un kit di riparazione comparà sulla mappa.

Kit di Riparazione

Se il trabucco della vostra squadra è stato distrutto, potrete recuperare un kit di riparazione, portarlo al trabucco ed usarlo per rimetterlo in funzione. Non è possibile distruggere o raccogliere il kit di riparazione dell’altra squadra, ma potrebbe essere vantaggioso infastidire qualsiasi nemico che tenti di portare il kit di riparazione al proprio trabucco. Armi e abilità risulteranno disabilitati per il giocatore che sta trasportando il kit, in tal modo diviene importante proteggere adeguatamente il personaggio che sta trasportando il kit per la propria squadra.

L’Importanza del Trabucco

La Potenza dell’Artiglieria

Il trabucco è in grado di colpire aree molto ampie e riesce ad abbattere i giocatori nemici. Può essere usato per interrompere gli avversari che tentano di dare il colpo di grazia ai vostri alleati o che cercano di resuscitare i loro compagni sconfitti. Il trabucco può riuscire a cambiare le sorti di uno scontro in cui i vostri alleati si trovano in inferiorità numerica

Controllare il Trabucco

Sarà importante distruggere il trabucco del nemico e proteggere il vostro. Se uno dei trabucchi viene distrutto, un corrispondente kit di riparazione farà la sua comparsa e sarà necessario raccoglierlo e riportarlo al trabucco per ripararlo. Dovrete assicurarvi di scortare il vostro compagno che trasporta il kit se il nemico lo ha preso di mira o, naturalmente, dovrete impedire ai nemici di riparare il loro trabucco.

Strategia nella Mappa

Punti “Caldi”

Ci sono molte porte e stretti passaggi sparsi per la mappa. Se il vostro personaggio possiede potenti abilità con effetto ad area, potrete provare a colpire più nemici contemporaneamente quando si trovano in queste zone. Ciò aumenterà decisamente la vostra efficacia e vi consentirà di poter “prendere due piccioni (o più) con una fava”.

Raggio Visivo

Provate a nascondervi dai nemici trovando qualcosa che ostacoli la loro visuale. Troverete svariati elementi presenti nella mappa dietro i quali potrete nascondervi, o potrete riparavi dietro ad una parete mentre vi preparate a colpire il vostro nemico. Questo è particolarmente utile quando si sta cercando di assaltare un punto di cattura: invece di andare frontalmente nell’area, ci si  può avvicinare furtivamente e si può riuscire a prendere il nemico di sorpresa.

Oggetti distruttibili

Ci sono molti edifici ed elementi ambientali che possono essere distrutti. Gli elementi più grandi (come edifici e gli enormi acquedotti) possono essere distrutti solamente con gli attacchi del trabucco, mentre gli oggetti ambientali, come barili o casse, possono essere rotti anche ricorrendo alle sole skill dei giocatori. Percorsi che inizialmente possono essere chiusi potrebbero essere aperti nel corso della battaglia, dunque state sempre all’erta per nuove scorciatoie.

Mobilità

Alcune abilità  vi conferiranno un bonus chiamato ‘rapidità‘, che aumenterà temporaneamente la velocità di movimento del vostro personaggio. Altre abilità vi consentiranno di compiere notevoli balzi in avanti, e queste potranno essere usate per muoversi rapidamente attraverso la mappa.

Devi sapere quando tenerli sotto controllo, sapere quando attaccare, sapere quando allontanarsi, sapere quando correre

– L’intramontabile Kenny Rogers

Attaccare sui Fianchi

Evitate di buttarvi in un 1 contro 2 o 1 contro 3 quando vedete che il nemico sta mantenendo il controllo di un punto di cattura che vorreste invece conquistare. Piuttosto, tornate indietro e dirigetevi in un altro punto, o aspettate rinforzi prima di avanzare. Provate a prendere i vostri nemici ai fianchi quando si trovano in una posizione di vantaggio, e assicuratevi di spingere l’assalto quando vi trovate in superiorità in una certa area.

Le Nostre Impressioni sullo Structured PvP

Volete la verità, solo la verità e nient’altro che la verità?

Ebbene, per me questo PvP e’ molto divertente e davvero ricco. Non ho guardato molti dei video che sono stati postati in rete, ma ho visto la gente giocare dal vivo e posso benissimo immaginare cosa avete visto finora. Pensate. Frotte di bambini (a volte anche piccoli) e di gente che non ha mai toccato un mmorpg in vita sua si è messa a provare questa Demo. Pertanto, vedere gente che saltella e spamma abilità a caso e si muove per la mappa senza criterio è, inevitabilmente, frequente. Ma il PvP di Guild Wars 2 non ha nulla a che vedere con tutto questo.

Prima di tutto, uccidere gli avversari non basta. Quindi piazzarsi in una zona a fare difesa strenua o sperare di vincere muovendosi in gruppo compatto è quantomeno inutile (in molti lo facevano nella Demo, ma potevano ottenere qualcosa solo perche’ avevano di fronte altri giocatori inesperti che non sapevano assolutamente cosa stavano facendo). La realtà è che in questo PvP serve strategia e gioco di squadra.

In primo luogo, tutti i personaggi hanno la capacità di riportare in vita un compagno ucciso. Perciò quando si viene sconfitti si può dover ripartire dalla nostra base, se non ci sono alleati in grado di aiutarci nelle vicinanze, o possiamo aspettare che qualcuno ci rimetta in sesto. Una semplice scelta come questa può capovolgere completamente le sorti di un combattimento importante per la vittoria finale.

Pensiamo poi al fatto che ci sono 3 punti di controllo da conquistare. Quindi anche se si cercasse di difenderne uno in 5 (ossia con tutto il team), agli avversari basterebbe prendere gli altri 2 per avere la vittoria. Dunque muoversi è chiaramente obbligatorio ed è altrettanto obbligatorio avere una buona coordinazione con i propri compagni, visto che dividersi in due o tre gruppi risulta estremamente vantaggioso.

Schema riassuntivo dei punteggi realizzati nel match

Muoversi da soli può essere comunque molto pericoloso se si incontrano 2 o 3 avversari che si stanno spostando assieme… e la cosa più interessante è che non potrete semplicemente evitarli guardando il radar come in Guild Wars. Infatti il radar mostra solo i compagni e non i nemici! Dunque potreste girare dietro un muro e trovarvi di fronte uno squadrone di avversari ad aspettarvi (nonostante la telecamera in terza persona non riuscirete a vedere cosa c’e’ dietro un muro a meno che non vi affaciate). Questo apre le porte anche a situazioni in cui vi potete muovere furtivamente senza essere visti per poi sferrare attacchi di sorpresa, e garantisce continui colpi di scena (anche i suoni prodotti dai personaggi diventano segnali importanti!).

I trabucchi sono un’altro elemento che è stato completamente frainteso dai giocatori durante la Demo. Nessuno li utilizzava e nessuno cercava di distruggere quello dell’avversario. Eppure si tratta di un’arma potentissima, capace di annientare un intero gruppo con pochi colpi e di aprire enormi brecce negli edifici (quasi tutti gli edifici sono almeno parzialmente distruttibili!), e il suo controllo sara’ decisamente importante in un PvP giocato in maniera ragionata da personaggi esperti. Usando il trabucco per le strutture più grandi o le abilità del personaggio per gli elementi ambientali minori (come botti, casse, finestre) potrete aprire nuovi percorsi nella mappa, a volte vere e proprie scorciatoie nascoste che potrebbero avere una certa rilevanza strategica.

Parlando di variabilità degli stili di gioco è’ poi importante tener presente che, come accade in PvE, è possibile cambiare le armi e le skill equipaggiate in qualunque momento mentre si è fuori dal combattimento. Nella Demo, la grande maggioranza dei tester si limitava ad utilizzare skill ed armi forniti di default (anche perché il tempo a disposizione non era purtroppo molto).

La mappa risulta piuttosto grande, e adatta a un 5v5 (volendo fare un gioco “stealth” si puo’ riuscire a muoversi senza mai incontrare la squadra avversaria). Il combattimento è rapido e coinvolgente. La presenza di molte strettoie e porte nei muri può condurre a situazioni interessanti, impedendo la visione di ciò che sta dall’altra parte e creando delle zone in cui alcune skill possono risultare enormemente efficaci (pensiamo per esempio alla barriera del Guardian che può bloccare completamente il passaggio da una porta).

Trattandosi di una mappa basata sulla cattura dei punti chiave dovrete muovervi molto, e il rischio in questi casi è che il gioco possa tradursi in una sorta di girotondo. Fortunatamente questa eventualità viene facilmente scongiurata attuando una delle molte strategie applicabili: piazzando un personaggio sul trabucco, per esempio, potrete massacrare il team avversario appena cerca di prendere possesso di un punto di cattura. Anche per questo splittare il team (e farlo bene) diventa fondamentale quando si affrontano squadre ben organizzate.

Il segnale che indica la possibilità di eseguire un Colpo di Grazia

Ciliegina sulla torta “potrebbe” essere il “Colpo di Grazia” che i personaggi possono infliggere agli avversari abbattuti premendo semplicemente il tasto “F” (per chi non lo ricordasse, in GW2 quando si esaurisce la vita si passa in una condizione detta “downed mode“, da cui ci si può riprendere se si riesce a sopraffare un nemico). La meccanica è interessante perché permette di uccidere definitivamente un avversario che si trova in downed mode, ma espone per alcuni secondi il personaggio che esegue la mossa agli attacchi dei nemici. Il “potrebbe” che avete trovato poche righe fa è dovuto al fatto che una meccanica del genere dovrebbe a mio giudizio avere animazioni molto più accattivanti: attualmente il personaggio si limita a saltare sopra l’avversario schiacciandolo a terra. Di fatto è stato comunque confermato che quella che abbiamo visto è un placeholder, vale a dire una animazione temporanea che sostituisce quelle finali non ancora completate. Aggiungendo un pò di nuove interessanti animazioni, questa meccanica potrebbe divenire veramente piacevole  sia tatticamente che visivamente.

Un Asura in Downed Mode

Insomma, il PvP ha tutti gli ingredienti giusti. La mappa che ci è stata mostrata, pur non eccezionale esteticamente (per i miei gusti personalissimi), è molto curata e ricca di elementi distruttibili e punti strategici (non dimentichiamo le molte strutture sopraelevati da cui è possibile tendere agguati o lanciare colpi dalla distanza senza essere visti). Vi assicuro che vista giocare da persone inesperte può dare facilmente impressioni sbagliate, ma la sostanza c’è tutta. Si tratta al massimo di sistemare alcuni dettagli più o meno rilevanti ma di certo non compromettenti. A mio giudizio, non resta che aspettare di vedere le altre mappe e le meccaniche che ArenaNet proporrà per ciascuna… ma le premesse fanno davvero ben sperare.

 
8 commenti

Pubblicato da su 19 agosto 2011 in Preview

 

Tag: , , , , ,

8 risposte a “Hands-On Parte Terza: Lo Structured PvP

  1. nereus90

    20 agosto 2011 at 17:31

    Scusate ma una domanda mi sorge spontanea.. ma quanto si rimane in Downed mod? Perchè mi sembra un po’ una cavolata… Nella downed mode non ci si può né muovere né suicidare per respawnare quindi i nemici potrebbero costringere tutti a stare in downed mode mentre loro si rubano tutti i punti di controlo e la gente deve aspettare un casino di tempo per uscire automaticamente dalla downed mode se non ti finiscono? Mi sembra assurdo o.o
    La cosa dei trabucchi è bella però secondo me dovevano metterne più di uno… Se ci sale sopra un noob che non lo sa usare e non vuole scendere, oppure solo per farlo usare da tutti, dovrebbe essercene più di uno.

     
    • nereus90

      20 agosto 2011 at 17:39

      non avevo letto che è un 5vs5.. ma non sono un po’ pochini? la mappa è grossa bene o.o

       
    • Myur

      20 agosto 2011 at 18:02

      Dunque:

      1) Il downed mode dura pochi secondi, a meno che non si venga curati da un compagno o non si sconfigga un avversario. In questi pochi secondi (una decina mi è parso, forse poco più) si può subire un attacco che sottrae tutta la vita in un colpo solo. La meccanica non è male anche se anche a me lascia ancora qualche dubbio.

      2) Le mappe sono principalmente da 5, che non è un numero troppo piccolo considerando che non ci sono classi obbligatorie (tipo il curatore o il DPS) come in altri giochi. E sono invece perfette per formare rapidamente un team e iniziare subito a giocare. Comunque sembra che ci saranno anche mappe più grandi per arrivare fino a 10 giocatori. Se poi volete di più c’è il PvP server contro server dove si potrebbe vedere tranquillamente anche un 100vs100.

       
  2. Elaaaa :*

    20 agosto 2011 at 02:31

    A me è sembrato interessante! come dice myur ci giocava la gente piu nabbo di tutta la fiera! pero le meccaniche di gioco penso che si siano un po ridotte… non vorrei che diventasse troppo ripetitivo! voi che dite?

     
    • Myur

      20 agosto 2011 at 16:08

      Ogni mappa avra’ meccaniche e caratteristiche diverse, quindi non dovrebbe affatto risultare ripetitivo. E per quello che ho visto in ogni mappa sono possibili molte strategie differenti. Comunque andra’ provato una volta completo per saperlo. Ripeto: le premesse sono buone, se non ottime.

       
  3. roberto^^

    20 agosto 2011 at 02:16

    IL pvp di gw2 mi ha deluso molto! è adatto ad una utenza che si aggira intorno ai 4 anni! spero che riescano ad alzarla almeno fino a 12+ come era in gw1! spero che tutto quello che abbimao visto, per quanto riguarda il pvp, sia solo una cosa fatta di fretta! sembra WOW!
    GW1 era molto piu bello nel pvp! c’erano molti piu fattori che delineavano l’abilita di un giocatore! qui il livello si è abbassato di parecchio per quello che ho visto! beh auguri per chi comprera gw2! buona fortuna!

     
    • nereus90

      20 agosto 2011 at 17:41

      il PvP da bambini di 4 anni è il PvP di Halo e battlefield non di certo questo

       
  4. Falcon01

    20 agosto 2011 at 01:02

    ottimo articolo come sempre^^
    grande myur🙂
    finalmente qualcosa sul pvp..fan ben sperare

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: