RSS

Aggiornamento sulle Razze: I Sylvari!

11 Ago

E’ infine arrivato anche per i sylvari il giorno dell’aggiornamento della pagina ufficiale e del nuovo video che presenta la quarta starting area, il Boschetto (The Groove). Vi ricordo che la vecchia pagina dei sylvari è ancora accessibile sul nostro sito cliccando QUI. Buona lettura, e buona visione!

“Il male minaccia Tyria, ma il nostro Sogno ci guiderà
attraverso l’oscurità, verso una nuova alba.”

I sylvari rappresentano un enigma. Umanoidi nella forma, piante nella costituzione, sono arrivati solo in tempi recenti a Tyria, e vagano per il mondo da appena 25 anni. Sono tutti nati da un unico genitore – il possente Albero Pallido, che domina la Costa Maculata. Essi sono uniti da un’origine comune e da un sogno condiviso. Nessuno sa per quale ragione siano così improvvisamente apparsi in Tyria, neppure gli stessi sylvari, che ancora cercano di comprendere il loro scopo nel mondo. Di tutte le razze, i sylvari hanno la più forte inclinazione ad affrontare il pericolo costituito dagli Antichi Dragoni; i sylvari combattono continuamente contro i servi non morti di Zaithan.

Questa, dunque, è la loro storia.

Storia

C’è stato un tempo in cui ho maledetto questo mondo per avermi portato via tutto ciò che avevo. Ma vivendo qui, sono arrivato a capire che queste memorie, anche quelle dolorose, sono semi della nostra identità. Ci permettono di crescere.” — Ronan, Umano, ex-membro della Lama Lucente.

La storia dei sylvari inizia con un umano e un centauro. L’umano era Ronan, un guerriero della Lama Lucente. Separato dalla sua pattuglia, egli scoprì una caverna colma di strani semi e protetta da potenti creature vegetali. Egli raccolse uno di questi semi e lo portò a casa dalla sua famiglia, solo per poi scoprire che il suo intero villaggio era stato distrutto dal Mantello Bianco e dai suoi potenti aspiranti dei, i Mursaat. Disperato, egli piantò il seme sulle loro tombe e giurò di non impugnare mai più la sua spada.

Ronan fu raggiunto da Ventari, un anziano centauro ugualmente stanco dei continui conflitti. Assieme essi costituirono una piccola comunità, un rifugio per coloro che cercavano la pace in un mondo violento. L’albero che crebbe dallo strano seme divenne alto e forte, e sotto i suoi rami l’umano e il centauro vissero in pace. Dopo qualche tempo Ronan morì, e lo stesso fece l’anziano centauro Ventari. Ma prima di lasciare il mondo dei vivi, il centauro incise le sue lezioni  su una tavola di marmo e la lasciò tra le radici dell’Albero Pallido. Dunque morì, come il più anziano e saggio tra i centauri.

L’albero crebbe ancora e diffuse la sua ombra su tutta l’area circostante, poi, col tempo, iniziò a produrre dei frutti. Nel cuore di questo frutto si trovava il primo dei sylvari. E mentre essi erano ancora cullati dall’Albero Pallido, questa cantava loro delle canzoni  e raccontava ciò che era necessario sapessero del mondo. L’Albero Pallidò tessé un sogno che doveva essere condiviso tra i sylvari: il sogno della vita di un uomo e della saggezza di un centauro. Quando i primi sylvari vennero alla luce come Primigeniti, essi sapevano qualcosa del mondo ma desideravano conoscere ancora di più.

I sylvari possono sembrare umani ad un primo sguardo, ma le differenze si rendono ben presto evidenti. La loro “carne” è fatta di viticci e foglie, i loro capelli di fogliame e petali, e le loro ossa del più resistente legno. Una linfa dorata scorre nelle loro vene, e il polline si solleva dalla loro pelle. Essi sono “nati” (loro direbbero “risvegliati”) come adulti, con alcune conoscenze del mondo circostante. I sylvari possiedono un innato senso della nobiltà, e della curiosità e sentono la necessità di esplorare.

E man mano che ogni sylvari esplora e apprende qualcosa del mondo, quella conoscenza raggiunge l’Albero Pallido, che la trasforma in una canzone per la nuova generazione.

Il Boschetto

L’Albero Pallido domina ormai la Costa Maculata, torreggiando da un’altezza superiore a quella di molte montagne. Al riparo del suo lussureggiante fogliame, i sylvari hanno costruito la loro casa. Il Boschetto, creato dall’Albero Pallido, è una città organica, verdeggiante, organizzata su molteplici livelli. Le radici e le diramazioni dell’albero formano ampie terrazze dove altre piante sono cresciute e divenendo case ed edifici. Alcuni dei sylvari hanno vissuto la loro intera vita ai piedi dell’albero, ma la maggior parte di loro sceglie di viaggiare, di darsi all’avventura, lasciando che il Sogno li porti dove può.

I sylvari sono divisi in case o cicli, e ritengono che la personalità di un individuo sia determinata dal momento del giorno in cui questi si risveglia. I sylvari nati nel Ciclo dell’Alba tendono ad essere loquaci e diplomatici. Quelli del Ciclo del Giorno sono spesso risolutori di problemi, e affrontano le sfide a testa alta. I sylvari del Ciclo del Crepuscolo sono solitamente intelligenti e riflessivi. Infine, quelli del Ciclo della Notte sono calmi, misteriosi, e avari di consigli.

I Primigeniti sono la cosa più vicina ad un governante per i sylvari, anche se il rispetto riconosciutogli è dovuto solo alla loro saggezza e al più lungo tempo speso nel mondo. Ciascun ciclo è guidato da uno dei Primigeniti che si comporta come luminare, guida e maestro per i nuovi risvegliati. Nonostante questo, il vero governante di questa gente è il loro genitore, l’Albero Pallido stesso. La sua canzone si rispecchia in tutti i sylvari, e coloro che cercano la conoscenza viaggiano verso il cuore dell’albero per entrare in comunione con esso e ricevere parrte della sua saggezza.

Un’ombra nel Sogno

I sylvari sono una razza giovane, ma devono affrontare sfide proveniente sia dall’interno che dall’esterno. Non tutte le altre razze li hanno accolti nel migliore dei modi, e i loro primi contatti con gli asura hanno dimostrato loro che non tutti gli altri popoli condividono il loro punto di vista sulle virtù. Ma il pericolo per loro più grande viene dall’interno, sia nella forma di sylvari che hanno rifiutato il Sogno, sia come un avviso che li raggiunge attraverso il Sogno stesso.

Ciascun sylvari non ancora nato ascolta la canzone dell’Albero Pallido e impara cose sul mondo, incluso ciò che altri sylvari hanno appreso. Eppure molti percepiscono sogni di un enigmatico pericolo che minaccia il mondo esterno. Per molti si tratta solo di uno sguardo fugace. Solo raramente, i grandi eroi della loro razza, vedono le ombre dei Dragoni e riconoscono questi come una minaccia che incombe sul mondo. Di conseguenza, di tutte le razze, i sylvari vedono la sfida rappresentata dagli Antichi Dragoni come una minaccia più diretta. Le coste delle loro terre sono bagnate dal Mare delle Sofferenze, e i servitori non morti di Zaithan vi giungono in cerca di distruzione verso tutto ciò che incontrano. Mentre le altre razze possono essere state corrotte dagli Antichi Dragoni e trasformate in servitori non morti o creature di cristallo del Marchio, i sylvari non sono mai stati piegati. Coloro che nascono dall’Albero Pallido muoiono semplicemente prima che la corruzione prenda possesso di loro. Molti sylvari ritengono che questo sia dovuto al fatto che essi sono nati per combattere i Dragoni, benedetti da una certa protezione contro i loro più temibili poteri. Alcuni studiosi delle altre razze credono invece che la particolare biologia dei sylvari permetta loro di evitare la corruzione dei Dragoni. Alcuni individui particolarmente intelligenti ritengono che i sylvari abbiano semplicemente un sapore sgradevole per i Dragoni. Nessuno sa con certezza quale sia la verità.

Eppure i servitori dell’Antico Dragone sono solo una minaccia fra tante. Ci sono sylvari che hanno rifiutato gli insegnamenti delle tavole di Ventari e affermano che l’influenza del centauro abbia alterato il Sogno. Essi cercano l’ombra nel Sogno, si allontanano da ciò che chiamano “falsa moralità”, ed esplorano il lato più oscuro della loro personalità. Freddi, crudeli e spietati, questi sylvari si riconoscono come “veri sylvari”, i legittimi figli dell’albero, e considerano loro scopo quello di portare le altre razze nella medesima oscurità. Sono conosciuti come Corte dell’Incubo, e con ogni atto di crudeltà e malvagità essi aggiungono il loro incubo nell’albero, nella speranza, un giorno, di alterare il bilanciamento e portare il genitore dalla loro parte. Il leader della Corte dell’Incubo è uno dei Primigeniti: la Ducessa Faolain, una volta compagna di Caithe.

Il Mondo Nuovo

I sylvari sono in numero ridotto rispetto alle altre grandi razze, ma nuovi individui vengono al mondo continuamente man mano che si risvegliano. Non sono ignoranti su Tyria, poiché grazie al Sogno, conoscono molte cose del mondo. Nonostante questo, sono comunque curiosi, e cercano di capire meglio le cose di cui hanno avuto solo modo di sognare. Per loro il mondo appare vivo e ricco di potenzialità e fascino.

E anche se nessun sylvari è ancora morto di vecchiaia, essi hanno imparato a conoscere la morte. E trovano che anch’essa sia affascinante.

 
4 commenti

Pubblicato da su 11 agosto 2011 in Le Razze di Tyria, Video

 

Tag: , , , , ,

4 risposte a “Aggiornamento sulle Razze: I Sylvari!

  1. Kadler Hawken

    11 agosto 2011 at 20:25

    Grazie Myur come sempre ottimo lavoro😉
    Solo una cosa,al terzo rigo :
    “Vi ricordo che la vecchia pagina dei charr è ancora accessibile sul nostro sito…”
    Un piccolo errore di distrazione che ti ha fatto scambiare il nome della razza in questione con quella dei charr.
    E all’ultimo rigo,esattamente in questa frase ti è sfuggita la vocale A :
    “E trovano che anch’essa siA affascinante.”

    Per il resto da quel che ho letto sei stato impeccabile,come sempre del resto.🙂

    Burning di MMORPGITALIA

     
    • Myur

      11 agosto 2011 at 23:36

      Grazie per la segnalazione! In effetti avevo copiato l’incipit dalla pagina dei charr e mi ero dimenticato di cambiarlo…

       
  2. Falcon01

    11 agosto 2011 at 17:44

    veloce e puntuale come sempre Grazie Myur!!
    ti vogliamo al gamescom xDDD

    Gw : Black Sennar

     
  3. Ronk

    11 agosto 2011 at 17:44

    Stai diventando sempre più efficiente :***

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: