RSS

Una introduzione ufficiale per i dungeon

27 Giu

ArenaNet ha recentemente pubblicato una nuova pagina sul suo sito ufficiale per presentare in maniera dettagliata le meccaniche dei dungeon in Guild Wars 2. Ve ne offriamo la traduzione, realizzata e messaci a disposizione da Kronos.

Hey! qui è Jeff Grubb. Io sono, insieme a Ree Soesbee, uno dei designers del lore e della sceneggiatura di Guild Wars 2, il che significa che sono responsabile nel plasmare il design del mondo, di mantenere una logica interna ed essere sempre vigile a controllare la sceneggiatura. Tuttavia sono anche profondamente impegnato con il nostro Dungeon Team: Kevin Millard, Rob Hrouda, e Will Fairfield, nella creazione di storie e design per i dungeon di Tyria.

Cosa sono i dungeon?

I dungeon sono aree multigiocatore istanziate per un’avventura. A differenza la maggior parte del resto di Tyria, che può essere esplorato dai singoli giocatori, i dungeon sono stati progettati per essere giocati e goduti da gruppi pre-organizzati, composti sia dai vostri gildani o da gente presa al momento. Mentre il nostro sistema ad eventi crea un mondo dinamico in continuo cambiamento, e la storia personale ci permette di lasciare un racconto unico per il personaggio, i dungeon rappresentano un’evoluzione dell’esperienza di gioco di Guild Wars: aree istanziate con un singolo gruppo di giocatori a percorrerle.

Chiamare queste aree d’avventura dungeon, non è del tutto corretto, dal momento che non sono tutte sotterranee. Tuttavia, dato che i dungeon di Guild Wars 2, si sono evoluti dai dungeon originariamente visti in Guild Wars: Eye of the North, il termine non può essere diverso. Hanno in comune due caratteristiche con il loro predecessori: sono attività di gruppo e sono molto pericolosi.

Mentre scrivo, abbiamo 8 dungeon in Tyria. Non sono per principianti; il primo di questi richiede che i personaggi abbiano raggiunto il livello 35.

Storia ed Esplorazione

Mentre creava i dungeon, il team si è trovato di fronte a due desideri apparentemente esclusivi: volevamo raccontare una storia con un inizio definito, un intermezzo e una fine, ma volevamo anche creare un’area istanziata in cui i player potevano tornare e godere in diversi modi. Un modello è con trama, mentre l’altro è più aperto, con un gameplay simile ad un sandbox, e i due non si incrociano mai.

Ma dovevamo farli incrociare.

Ognuno dei nostri dungeon è diviso in storia e zona esplorabile. La versione della storia viene prima, e completarla da accesso alla versione esplorabile. A loro volta, le versioni esplorabili dei dungeon, sono disponibli in diverse modalità (solitamente 3), e ognuna di queste crea un insieme di sfide e obiettivi nel gioco. Quindi, quando diciamo che attualmente sono disponibili 8 dungeon, intendiamo in realtà dire che ce ne sono 32, dato che ogni dungeon ha la versione della storia e 3 diverse modalità in versione esplorazione.

La modalità storia dei dungeon, racconta la storia dei personaggi principali, membri della leggendaria banda di avventurieri conosciuta come Lama del Destino: Zojja, Logan, Rytlock, Caithe, ed Eir. All’inizio del gioco, ogni giocatore dovrà conoscere l’eroe della propria razza. Se sarai un asura, incrocierai Zojja, se sarai un umano, guadagnerai il rispetto di Logan Thackeray. Intorno al livello 30, sarai un amico fidato dei personaggi principali, e ti accorgerai che avranno i loro problemi, incentrati sulla tragica rottura dei Lama del Destino.

La storia passata di questi eroi, è raccontata nella novella Lama del Destino, ma non è necessario aver letto il libro per essere in grado di capirli nel momento in cui appaiono in gioco. Mentre i giocatori combattono attraverso i dungeon, incontrano gli eroi principali e affrontano le conseguenze della rottura del gruppo. Durante i dungeon, i giocatori potranno riportare i membri del gruppo insieme, una sfida minuscola in confronto a quella più grande che porterà le cinque razze principali a combattere contro gli antichi draghi.

Per esempio, nel dungeon Ascaloniano, i giocatori si immergeranno nelle catacombe stregate sotto Ascalon. L’eroe norn Eir Stegalkin è a caccia dei resti della spada di Re Adelbern, Magdaer. Il charr Rytlock Brimstone vuole che lo aiuti a fermare Eir prima che risvegli gli spiriti inquieti dei fantasmi ascaloniani. Sia voi che i gli eroi, scoprirete che c’è molto di più nelle catacombe della vecchia Ascalon, di quello che chiunque aveva predetto.

Questa avventura è raccontata e risolta nella modalità storia, ma cosa c’è da dire a proposito della versione esplorabile del dungeon? Il tutto si verifica nella stessa area della modalità storia, ma si svolge dopo gli eventi della stessa. Quello che succede nella modalità storia, influisce direttamente su quello che ci sarà nella modalità esplorazione.

Come risultato delle vostre azioni nella storia personale, una potente malvagità si sta risvegliando dalle profondità del dungeon. Ora il Priorato di Durmand sta cercando di capire come affrontare questo nuovo problema. Tu e il tuo gruppo sceglierete quale delle tre soluzioni usare per affrontare la minaccia. Ognuna di queste tre opzioni, creerà una versione differente del dungeon, con nuove aree, nuove sfide e nuove difficili creature da affrontare.

Questo riporta a qualcosa di cui stavamo parlando a proposito del percorso di lavoro su Guild Wars 2: le vostre azioni hanno delle conseguenze. A causa di ciò che accade nella modalità storia, nascono nuove sfide in modalità esplorabili. L’idea di spezzare i dungeon in due modalità collegate, ci rende liberi di raccontare storie, non solo sul luogo, ma su come gli eroi sono riusciti a mettersi d’accordo. Eh si, potrete decide di affrontare nuovamente la storia, se vorrete.

Abbiamo anche portato il sistema ad eventi dinamico nei dungeon. Anche nella modalità storia o esplorazione, i dungeon hanno eventi bonus che possono essere attivati dalle azioni dei giocatori, dai luoghi, o da azioni casuali. Anche quando ti stai avventurando di nuovo nello stesso dungeon e facendo le stesse scelte, potrai ottenere una nuova esperienza di gioco grazie agli eventi bonus.

Dietro il Sipario: I Segreti dei Dungeon

Spezzare i dungeon tra modalità storia ed esplorazione permette ai designers di adattare ogni tipo di gioco alle esigenze dei giocatori. La modalità storia di un dungeon, essendo impegnativa, dovrebbe essere affrontata da un tipico gruppo di avventurieri. La modalità esplorazione, d’altro canto, è studiata per essere affrontata da un gruppo di esploratori esperto e in grado di coordinare i propri attacchi. Dato che i dungeon richiedono gruppi più organizzati e precisi, ci siamo messi al lavoro e abbiamo pianificato battaglie con boss che per essere superati, richedono pianificazioni e un gran lavoro di squadra. C’è un numero di queste battaglie pre-impostate in ogni dungeon, e alcuni di questi boss sono enormi per dimensioni e potenza.

I dungeon sono opzionali, ma offrono un sacco di divertimento per i giocatori che cercano una sfida. Non interrompono la storia personale, ma possono migliorarla. Una volta arrivati al livello appropriato, il vostro personaggio potrà accedere ad un dungeon. Completare un dungeon non influisce sull’avanzamento della storia personale, e potrete raggiungere il penultimo punto della storia senza aver mai messo piede in un dungeon (E l’ultimo passo? Beh, non ci aspettiamo che andrete a sconfiggere un antico drago da soli).

I dungeon sono orientati verso uno stile di gioco MMO che coinvolge gruppi organizzati. Mentre un gruppo può incontrare eventi dinamicamente ridimensionati, la natura istanziata dei dungeon crea un’esperienza più personalizzata che include la natura epica di Guild Wars 2. Se la storia personale rappresenta la vostra continua crescita come eroe, i dungeon sono come i capitoli di un romanzo epico. E naturalmente c’è un tesoro ottenibile negli stessi.

Si, ho detto Tesori

Ogni dungeon ha le sue armi e armature uniche. L’armatura del dungeon di Ascalon è diversa da quella che riceverete nel dungeon Sorrow’s Embrace, che è diversa dal tesoro che troverete nella residenza di Lord Beetlestone (ricordate che ho detto che non tutti i dungeon saranno sotterranei). Mentre ci aspettiamo che le persone affrontino la modalità storia una sola volta, potranno affrontare la modalità esplorazione quante volte vorranno, aumentando la quantità di armature disponibili da quel dungeon. In più, queste particolari armi e armature sono uniche di quel dungeon, e non saranno ottenibili da altre parti.

Cosa danno i Dungeon ai Gruppi (e viceversa)

Ci rendiamo conto che i giocatori di MMO vengano da differenti stili di gioco e interessi: PvE, PvP, crafting, esplorazione, caccia del lore, social games, casual players, e altro ancora. I dungeon in Guild Wars 2 ricompenseranno i giocatori che si divertiranno a organizzare gruppi e sfide epiche. Questi giocatori non si aspettano soltanto minaccie da affrontare in gruppi ben organizzati, si aspettano grandi ricompense per i loro trionfi. I dungeon di Guild Wars 2 sono gratificanti per loro, ma anche per quelli che vogliono sapere di più riguardo alla storia degli eroi principali, quelli che prima hanno assaporato il contenuto istanziato di Guild Wars, e quelli che vogliono scavare in profondità sul mondo che li circonda.

Benvenuti nei dungeon!

 
 

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: