RSS

La città di Arco del Leone

11 Mag

ArenaNet ha mostrato quest’oggi una delle città fulcro dell’universo di Guild Wars: l’Arco del Leone. Vediamo subito come si presenterà questo importante centro di incontri, politica e commercio in Guild Wars 2 (e non perdetevi il video in fondo alla pagina, che oltre a mostrare la bellissima città, mette in risalto la recente implementazione della possibilità di camminare!).

La città più diversificata e cosmopolita di Tyria, l’Arco del Leone, è un grande “calderone” dove tutte le razze possono incontrarsi e commerciare. L’Arco del Leone non ha alleanze con alcuna razza o nazione, ma rimane indipendente – e lo fa grazie alla sua forza marina, al suo potere finanziario e all’intelligenza e all’astuzia dei suoi leader.

L’Arco del Leone ha subito molteplici cambiamenti nel corso degli anni, dai giorni in cui era capitale di Kryta nell’originale Guild Wars, alla sua attuale incarnazione di città libera in Guild Wars 2. Prima distrutta dal risveglio dell’Antico Dragone Zhaitan, le rovine dell’Arco del Leone sono state sfruttate come porto sicuro per le navi che volevano sfuggire agli orrori del mare. I ruderi della vecchia Arco del Leone si sono lentamente trasformati in un rifugio per pirati, contrabbandieri e altri gruppi indipendenti. Sono sorte delle baraccopoli, e mentre il mare lentamente si ritirava nel corso dei decenni, si è potuto sviluppare un vero e proprio insediamento privo di legami con Kryta. Questo insediamento fu unificato da un uomo di nome Cobiah Marriner, che combattè contro il flagello di Orr a fianco di charr, asura, norn, ed ogni alta razza che volesse mettere il suo vessillo al servizio della causa comune. Da quel fronte unito di fedeli alleati è rinata la città di Arco del Leone.

Per generazioni la gente di Arco del Leone è stata in prima linea nella guerra contro Zhaitan, il Dragone di Orr. La loro città era stata distrutta, solo per essere poi ricostruita a dispetto del potere del Drago. L’elite della Guardia del Leone ha eretto una fortezza sull’Isola dell’Artiglio, un piccolo lembo di terra nella baia, così da poter garantire migliore difesa contro gli assalti di Zhaitan. Nessuna nave salpa dal loro molo senza tenere un occhio attento verso sud, alle oscure acque dei non morti. Essi vivono ogni giorno con la consapevolezza di rappresentare un baluardo contro la distruzione che i Dragoni potrebbero portare – indipendentemente dal fatto che le altre nazioni lo riconoscano, o se ne curino, portano avanti la loro battaglia.

L’Arco del Leone è sotto il controllo del Consiglio del Capitano, una assemblea di ricchi mercanti e capitani di nave. Coloro che vogliono dare un contributo attivo al governo della città devono dimostrarsi validi a prescindere dalla loro razza o linea di sangue. Devono essere rispettati come rinomati capitani di nave, e devono aver contributo alla crescita della città o al suo benessere. Se sono visti come leader dalla città, allora possono acquistare uno dei seggi nel Consiglio del Capitano – quando uno si renda disponibile. Questo sistema di governo politico ha indotto tentativi di ottenere una posizione superiore rispetto ai capitani locali e al consiglio stesso.

L’Arco del Leone è un luogo unico, caratterizzato da una architettura nautica del tutto particolare. Piuttosto che associare l’architettura della città a una delle razze – o alla sua originale struttura – abbiamo voluto dare all’Arco del Leone una sua caratterizzazione, così da rendere evidente la sua condizione di indipendenza. Come altre città del gioco, l’Arco del Leone avrà aree per i festival e le celebrazioni delle festività. Inoltre, ogni “servizio” del gioco sarà disponibile in questo luogo: tutti trainer, i forzieri di deposito, i mercanti e i crafter.

Dal punto di vista della trama, l’Arco del Leone è estremamente importante. Uno dei principali fili conduttori di Guild Wars 2 riguarderà la necessità di unificare popoli diversi e, spesso, in opposizione, per combattere contro un nemico superiore: gli Antichi Dragoni. Da sola, nessuna razza può sopravvivere al loro risveglio. Solo unite, le razze di Tyria potranno sopravvivere. In nessun luogo di Tyria questo concetto è più sentito che nell’Arco del Leone.

 
3 commenti

Pubblicato da su 11 maggio 2011 in Blog Ufficiale, Video

 

Tag: , , , , , , ,

3 risposte a “La città di Arco del Leone

  1. Zenit

    12 maggio 2011 at 09:13

    Perfetto hanno implementato la possibilità di camminare,so che sembra una sciocchezza ma per me è molto importante in ambito di gioco di ruolo.Arco del Leone è bellissima,a prima impatto direi che è enorme,anzi è enorme :asd: Ottima l’idea di farla diventare una città multi-razziale.

     
    • fabulus

      15 gennaio 2012 at 08:55

      Già…. per il gdr è un dettaglio importante🙂

       
  2. Manweru

    12 maggio 2011 at 00:39

    Dovrò farmi una t-shirt con su scritto I LOVE LION’S ARCH CITY

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: