RSS

Le Razze di Tyria: Gli Hylek

23 Mar

Tramite il Blog Ufficiale, ArenaNet ha presentato quest’oggi una nuova razza non giocabile (la seconda dopo i Kodan): gli Hylek. Di seguito trovate la traduzione completa dell’articolo. Colgo l’occasione per ricordarvi il nostro contest che mette in palio il libro “Lama del Destino”. Abbiamo aggiunto una possibilità di vittoria anche per coloro che non avessero tempo/possibilità di “creare”, dunque non mancate di partecipare!

Prolifici e belligeranti, gli Hylek sono creature simili a Rane che prosperano in ogni tipo di ambiente acquatico, ma preferiscono le zone paludose. Non importa dove decidano di stabilirsi, gli Hylek giungono sul posto in numero allarmante. In passato solitari e xenofobi, gli Hylek si incontrano ora anche a grandi distanze dalle loro terre d’origine. Dal momento in cui vengono al mondo, gli Hylek si trovano in forte competizione con i loro fratelli per cibo e ripari. Coloro che sopravvivono crescono più aggressivi, mentre i loro corpi sviluppano una tossina che viene sfruttata per cacciare le loro prede, proteggere i loro villaggi, e abbattere i loro nemici. Sono pieni di risorse, feroci guerrieri e maestri nell’uso dei veleni. Questi sono gli Hylek.

“Tekk è stato il primo a morire – ci ha messo due giorni – febbricitante e tremante per tutto il tempo. Aveva ricevuto una sola ferita dalla lancia dell’uomo-rana. Ho raccolto un piccolo campione del veleno presente nella ferita, che è certo utile, ma non avremmo comunque mai dovuto fidarci dei Durotl.”

— Dal giornale di ricerca di Flubb, mercante Asura (Pubblicato Postumo)

Gli Hylek sono un popolo di rane umanoidi che abita Tyria. In passato questo era il nome di una particolare tribù, ma è ormai entrato nell’uso di definire tutta la loro razza come “Hylek”. Anche gli uomini-rana stessi hanno adottato il nome Hylek per la loro razza, pure se ricorrono anche a nomi individuali per ciascuna tribù, così da distinguersi gli uni dagli altri.

Con il riascaldarsi delle Cimefredde, gran parte delle coste del Sud, dai confini di Kryta fino ai limiti di Orr si sono tramutate in paludi – il tipo di territorio preferito dagli Hylek. Essi si sono dunque espansi in queste aree ed hanno proliferato. Man mano che il loro numero cresceva hanno allargato il loro territorio continuando a diffondersi. Le aree che gli Hylek hanno scelto per insediarsi non sono comunque prive di pericoli. Schiavisti Krait, corsari, draghi famelici, e i servitori di Zaithan minacciano quotidianamente i villaggi degli Hylek.

Nonostante tutti questi pericoli esterni, la maggior minaccia per qualunque tribù Hylek deriva probabilmente dallo spostamento di una tribù nemica all’interno del loro territorio. Questo tipo di incursioni porta spesso ad una guerra devastante che continua fintanto che una delle due tribù non riesce ad annientare l’altra. Anche con tutti questi problemi, gli Hylek si stanno espandendo in un momento in cui la maggior parte delle razze sta invece lottando per la sopravvivenza.

Il ciclo della vita

“Un guerriero Hylek è già sopravvissuto alla più grande battaglia che mai si troverà ad affrontare; ha visto la morte almeno un centinaio di volte. Che cosa deve mai temere dopo essere sopravvissuto a simili minacce?”

— Tecpatl, Capo Hylek dei Quinatl

Gli Hylek nascono come girini praticamente impotenti, con compagni di covata nell’ordine delle centinaia o anche delle migliaia. La Tribù supervisiona la cura della nidiata con i minimo sforzo, lasciando ai singoli il compito di badare a loro stessi. Il cibo tende a scarseggiare e i girini Hylek che sopravvivono sono in genere i più aggressivi. Coloro che rimangono indietro muoiono di fame o sono uccisi dai predatori.

Quando la covata ha raggiunto la maturità, gli Hylek festeggiano l’arrivo di questa età. Durante tale festa, i giovani Hylek competono tra loro, dimostrando le loro abilità e mostrando il loro valore alla Tribù. Come se la caveranno in questa occasione sarà determinante per la strada che seguiranno nella vita, sia che divengano guerrieri a difesa della Tribù, si che divengano mercanti che avranno a che fare con gli estranei.

Gli Hylek hanno una vita breve, vivono circa quarant’anni, se riescono ad evitare una morte prematura per violenza o per fame. Gli Hylek riescono ad affrontare la loro dura vita e a raggiungere la tarda età sono sono profondamente rispettati dalla Tribù e vengono frequentemente interpellati per avere consigli su questioni difficili o per avere giudizi in caso di controversie tra diverse Tribù.

La Tribù

Hylek vivono in piccole Tribù indipendenti. Queste Tribù sono in genere costituite da un numero di Hylek che può andare da una dozzina a diverse centinaia. Ogni Tribù è governata da un capo Hylek che detiene una autorità unica e assoluta. Tipicamente, i capi di successo si consultano con i sacerdoti e gli anziani membri della Tribù per paura che il risentimento del popolo si riversi su loro stessi.

Le singole tribù sono estremamente legate al loro territorio ed è raro che si trovino a cooperare. Le varie tribù dei Hylek si differenziano per colore, che rappresenta anche un buon indicatore dell’aggressività della tribù stessa. Infatti, il colore di una tribù Hylek è anche un buon indicatore della forza delle tossine da essi prodotte; quelle tribù che producono le tossine letali sono le più aggressive e pericolose per gli estranei. Alla prima presa di contatto con una tribù Hylek, è saggio avvicinarsi con cautela fino a quando non sia possibile determinare se vi tratteranno come un ospite e partner commerciali o come una minaccia da sterminare.

Il Sole

“Vivi ogni momento alla luce del sole, poiché l’ombra non è mai lontana dietro di te”.

— Ohteca, Sciamano Hylek dei Jinotl

Gli Hylek venerano il sole come essere divino. Essi non hanno alcun nome per questa entità, ma organizzano grandi festività per il solstizio e tornei per celebrare il giorno crescente e calante. Per gli Hylek, il Sole rappresenta sia il bene e il male. È il portatore della vita, portatore di calore e benessere, così come è il presagio di siccità e carestia.

Ogni tribù Hylek ha almeno un Sacerdote (se non più di uno) dedicato a “leggere” il sole e il cielo. Questi sacerdoti sono esperti nel prevedere le condizioni meteorologiche, nel sapere quando pioverà e quanto a lungo durerà la stagione secca. Avere un sacerdote che può leggere con prec

isione il sole può essere uno dei fattori più importanti per la prosperità di una tribù Hylek.

Alchimia e Commercio

Tutti gli Hylek hanno una serie di ghiandole velenifere che producono una tossina mortale. Gli Hylek sono naturalmente immuni alla loro secrezioni, così come ad una vasta gamma di altri veleni naturali. Per questo motivo, gli Hylek hanno la possibilità di sperimentare veleni, antidoti, e una vasta gamma di composti. La loro conoscenza e capacità rende gli Hylek tra i più ricercati di tutti gli alchimisti di Tyria, in particolare da gruppi come l’Ordine dei Sussurri.

I mercanti Hylek delle tribù amichevoli spesso cercano di scambiare i loro intrugli meno velenosi per merci e materie prime, generando un sistema economico che coinvolge le altre razze. Gli Hylek acquistano la maggior parte delle loro armi e armature da fabbri non Hylek in cambio di pozioni che rafforzano l’acciaio o di intrugli guaritivi per curare qualcuno che si sia ferito alla forgia. Molti alchimisti delle razze civilizzate prendono con sé degli Hylek “apprendisti” in modo che possano scambiarsi le conoscenze e così da imparare il più possibile. Gli Hylek apprezzano questo fatto e lo sfruttano a proprio vantaggio, ampliando la gamma di beni e servizi che possono mettere a disposizione delle loro tribù.

Dietro le Quinte

Gli Hylek sono una delle razze che erano presenti già in Guild Wars.

Abbiamo incontrato per la prima volta questi uomini-rana in Guild Wars: Nightfall, e poi ancora in Guild Wars: Eye of the North. Quando abbiamo discusso le razze minori da portare in GW2, abbiamo deciso che non volevamo che gli Hylek fossero semplicemente dei pallini rossi da uccidere. Una parte importante nel rendere queste razze più “reali”, è quella di valutare il loro punto di vista sul mondo. Volevamo renderli né pienamente buoni né cattivi, ma come individui che rispondono alle situazioni in maniera logica e appropriata, sulla base della loro storia e della loro natura.

Gli Hylek in GW erano spesso visti in combattimento, e apparivano tanto ostili tra di loro quanto verso i giocatori. Nonostante ciò apparivano anche intelligenti e capaci di rivolgersi ai giocatori, in un bilanciamento tra aggressività e civiltà. Sono dunque risultati i primi candidati per essere talvolta alleati e talvolta avversari in GW2.

Con l’innalzarsi del livello tecnologico di Tyria, volevamo anche inserire alcune razze che fossero rimaste un pò arretrate. Abbiamo visto una interessante opportunità per dare agli Hylek una tecnologia più avanzata senza dare comunque loro la capacità di crearla. Con questo in mente, abbiamo esaminato ciò in cui avrebbero potuto essere più abili e le comodità delle altre razze che avrebbero potuto essere interessati ad ottenere. Da qui, è nata l’idea degli Hylek come alchimisti, e la divisione delle tribù – da xenofobiche e ostili ad amichevoli e sagge.

 
7 commenti

Pubblicato da su 23 marzo 2011 in Le Razze di Tyria

 

Tag: , , , , ,

7 risposte a “Le Razze di Tyria: Gli Hylek

  1. ganni1979

    31 marzo 2011 at 12:33

    ps se scrivessi questo sito è una m…. non voglio piu leggere nulla? mi censuri???????????????????

     
    • Myur

      31 marzo 2011 at 12:53

      Ripeto, la censura è automatica. Io devo solo approvare i commenti “anomali”.

      Comunque per evitare un inutile eccesso di spam/flame/troll e quant’altro, i prossimi commenti di questo tipo non li renderò pubblici. Non perché non si accettano le critiche, ma perché non si accettano le critiche non costruttive.

      Capisco il desiderio di notizie più interessanti, o magari anche dell’uscita del gioco, ma non scelgo io le news. Il servizio che questo sito punta ad offrire è quello di raccogliere le informazioni rilasciate da ArenaNet nella nostra lingua. Per tutto il resto prendetevela con gli sviluppatori. Non capisco che colpa ne ha il sito o che colpa ne ho io.

       
      • gino87

        31 marzo 2011 at 21:44

        GIUSTOOOO!!! scusa myur era solo uno sfogo! te sei un grande! gia il fatto che mi hai cacato sei un grande! io un discorso cosi, come il mio, non lo avrei maco preso in considerazione! scusa!

         
  2. gino87

    30 marzo 2011 at 23:16

    SONO SOLO CAZZATE!!! MI FA SKIFO LEGGERE STE PUTTANATE SI UN GIOCO DEL GENERE…

     
    • Myur

      30 marzo 2011 at 23:41

      Ciao gino87,

      La censura è automatica su questo blog, sia per il primo post di ogni visitatore sia quando viene usato un linguaggio incivile. Nonostante il tuo commento sia ridicolo l’ho reso pubblico, giusto per essere chiari.

      Ora pubblicamente ti rispondo: nessuno ti obbliga a leggere tutto quello che viene scritto, a meno che tu non abbia qualche particolare patologia per la quale non puoi fare a meno di leggere interamente tutto ciò che ti si para davanti agli occhi. Se quest’ultimo non è il tuo caso, puoi tranquillamente evitare di leggere le notizie che non ritieni interessanti.

      Questo è un fansite sul gioco e le notizie non le diamo noi, ma gli sviluppatori. Qui ci limitiamo a tradurle. Non sei solo a questo mondo: ci sono persone che leggono queste informazioni che aggiungono dettagli alla trama e all’ambientazione e le trovano interessanti.

      Se l’impostazione data a questo sito (o al gioco) non ti soddisfa, gira pure alla larga… di certo nessuno sentirà la tua mancanza.

       
      • ganni1979

        31 marzo 2011 at 12:30

        in effetti queste notizie non sono il massimo… gino ha dato una risp più da fan, forse anche xchè stufo dai continui ritardi per la pubblicazione del gioco… pero con myur ci hai preso 10^^ ahahaha gino hai uno dalla tua parte!^^

         
  3. Mentolo

    23 marzo 2011 at 22:07

    fantastici gli uomini-rana…questa è una razza che vedrei bene diventare giocabile…
    unica cosa che mi dispiace che gli abbiano lasciati primitivi come lo erano su gw…in 250 potevano imparare un po di più….

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: