RSS

Massively Intervista Jeff Grubb

27 Lug

Massively ha intervistato Jeff Grubb parlando di svariati argomenti, dai romanzi di prossima uscita alla demo giocabile che sarà presentata a Colonia in Agosto. Non troverete novità folgoranti in questa intervista, ma solo qualche assaggio e qualche anticipazione che vi lasceranno con l’acquolina in bocca nell’attesa di saperne di più… sulla nuova professione, sulla demo giocabile, e sui romanzi di Guild Wars 2…

Dicci qualcosa su Fantasmi di Ascalon.

Jeff: Fantasmi di Ascalon è il nostro primo romanzo su Guild Wars che verrà rilasciato questo Martedì 27 Luglio (in lingua inglese, ndt). E’ in pratica un’anticipazione di GW2. Si svolge 250 anni dopo gli eventi dell’originale GW. Una delle cose che stiamo facendo con questi romanzi – si tratta di tre romanzi indipendenti – è raccontare le storie che hanno avuto luogo tra i due titoli. Daremo ai giocatori che sono in attesa di GW2 un’idea di quale sia il punto di partenza, a chi non ha mai giocato a GW un’idea dello stato del mondo, e ai fan che hanno giocato GW1 un modo per riempire la distanza temporale.

Nell’originale GW, uno dei principali conflitti era quello tra umani e charr. Umani e charr sono entrambe razze iocabili in GW2, e si troveranno dalla stessa parte, più o meno. Non si odiano vicendevolmente. Parte della storia di Fantasmi di Ascalon racconta di come le due razze raggiunsero la tregua che le ha portate a collaborare per un fine comune.

Ad Agosto GW2 sarà per le prima volta giocabile?

Avremo una prima apparizione al GamesCom di Colonia, e una prima presentazione negli Stati Uniti si avrà al PAX in Seattle. Bellevue è dove si trova la nostra sede, perciò puntiamo molto sul PAX, e tutta la compagnia farà in modo di partecipare in un modo o nell’altro.

Avete mostrato in precedenza delle demo strettamente riservate all’industria e non pubbliche?

Le abbiamo mostrate ad altri membri delle nostre compagnie associate, membri di NCsoft e Paragon hanno avuto la possibilità di giocare GW2, e durante la prossima settimana inviteremo alcune persone a testare il gioco nella nostra sede. Per i fans sarà la prima occasione di provare con mano il gioco ad una delle nostre postazioni, e di verificare quanto sia effettivamente bello GW2.

Avete in mente una data di rilascio?

Non abbiamo programmato una data di rilascio. La nostra idea è sempre stata “Quando sarà pronto”. Questa filosofia ci è stata d’aiuto perchè ci ha dato la possibilità di esaminare e sviluppare e far crescere il gioco. Abbiamo avuto delle scadenze interne lungo le varie fasi di sviluppo, ma non ci siamo mai trovati a dire “Accidenti, dobbiamo assolutamente farcela entro quella data”.  Abbiamo preparato il gioco per le demo che mostreremo al mondo per la prima volta, ma non daremo ancora una data di rilascio perchè vogliamo essere certi di aver fatto le cose nel modo migliore.

Cosa avete imparato da GW1 che state riutilizzando per GW2?

GW2 è un mondo ampio in cui abbiamo a disposizione molte diverse meccaniche con cui raccontare delle storie. Abbiamo la nostra storia personale, che viene cucita attorno al proprio personaggio. C’è il sistema di eventi dinamici, che è la storia del mondo – ed è più grande ancora. “I Centauri stanno attaccando la fortezza e se non li sconfiggiamo la conquisterrano!”. Allora vai a respingere i centauri e a ricostruire la fortezza. Esiste un continuo ciclo di eventi che assicurano che il mondo non sia mai lo stesso ogni volta che viene visitato.

C’è poi una storia epica, la trama più generale che racconta del risveglio dei draghi avvenuto negli ultimi 250 anni. Questi grandi antichi dragoni si sono risvegliati per tutta Tyria e minacciano tutte le razze. Parte di questa grande trama parla dell’unione delle diverse razze per la sconfitta di un nemico comune.

Quando parlate di eventi dinamici nel gioco, vi riferite a eventi di una ventina di minuti o anche di un paio di giorni?

Dipende. Vogliamo essere certi che siano accessibili ai giocatori. Ci possono essere eventi a lungo termine, ma cosa si intenda per lungo termine e qualcosa che stiamo ancora valutando. Ce ne possono essere anche di brevi, ce ne possono essere di nascosti, altri che compaiono solo la notte, e altri che saranno visibili solo di giorno. Tutto è realizzato per far si che ogni volta che torni in un luogo come Costa delle Divinità non ti devi trovare a combattere sempre i soliti 5 tizi.

Per quanto riguarda la storia epica, ci sarà un superiore arco di trama che include tutto il resto?

Abbiamo un arco complessivo della storia, abbiamo degli archi di trama individuale e abbiamo i cicli degli eventi dinamici. In definitiva ci troviamo a raccontare un sacco di storie diverse, e questo è un aspetto che ci riporta ai romanzi. I romanzi sono indipendenti, realizzati da tre diversi autori. Non è unica storia epica. Tyria è un mondo abbastanza grande da contenere molte storie diverse. Ci sono storie più grandi come la guerra tra charr e umani. E ci sono storie più piccole: un avventuriero umano in cerca di redenzione per un errore compiuto cinque anni prima.

Questo ci da molta varietà con cui lavorare, e ci offre un mondo molto interessante e coinvolgente, perchè può essere rivelato a vari livelli.

In definitiva ci saranno tre romanzi?

Si. Il primo è Fantasmi di Ascalon. Il secondo è Lama del Destino di J. Robert King, che sarà rilasciato verso la fine dell’anno. Abbiamo ricevuto da poco una prima copia del manoscritto e Rob ha fatto veramente un fantastico lavoro. Per quanto riguarda il terzo libro, non siamo ancora pronti per parlarne. Ci stiamo ancora lavorando; è ancora in fase di stesura.

E ci saranno cinque razze?

Si. Ci sono umani e charr, che sono ben noti dalla campagna di Prophecies, mentre norn e asura sono stati rivelati per la prima volta in Eye of the North, e poi i sylvari. Alla fine di Eye of the North abbiamo detto “una nuova razza sta arrivando” e abbiamo mostrato una pianta in crescita. Questa è divenuta l’Albero pallido, e i frutti di tale albero sono i sylvari, una nobile e affascinante razza vegetale. Essi sono molto attraenti e cavallereschi, ma sono anche molto “alieni” verso tutto ciò che è di derivazione umana.

Quante classi?

Sono otto quelle in progetto. Abbiamo rivelato tre di esse: guerriero, elementalista, ed resploratore, e sono in corso furiose speculazioni su quali siano le altre cinque. Stiamo rivelando le varie professioni attraverso il nostro sito, e un’altra sarà rivelata prima del GamesCom e del PAX. Prima di Colonia, prima del PAX, conosceremo la quarta professione.

Ci piace moltissimo scrivere articoli che i giocatori potranno leggere e sui quali diranno “WoW questo è veramente fantastico!”. Quando abbiamo parlato degli Esploratori, abbiamo parlato di squali come mascotte, e subito “Squali Ovunque!“. Ma è possibile nuotare in GW2. Sarà possibile giocare nelle tre dimensioni dello spazio. Abbiamo gli esploratori, gli esploratori hanno le mascotte, quindi dobbiamo avere esploratori con mascotte acquatiche. Uno dei nostri designer è un grande fan degli squali, quindi questa era una scelta obbligata.

Rivelerete altre mascotte dell’esploratore? A

Mostreremo altre mascotte durante la demo. Mostreremo gli esploratori in questa occasione, quindi ci saranno anche diverse mascotte a disposizione.

Tornando ai romanzi, in che modo tu e Matt Forbeck avete collaborato?

Abbiamo lavorato a partire da una struttura di base forte, così ci abbiamo speso varie settimane. Dato che io ero quello che veniva dall’interno, in un primo momento ho dovuto fornire molte informazioni, materiali, leggende, e storie che avevamo già scritto in precedenza. Matt le ha utilizzate per creare i personaggi del libro, e per dar vita al mondo stesso, poi io ho aggiunto altro materiale addizionale che avevamo prodotto. In pratica si è trattato di un lavoro di squadra fra noi due per arrivare al manoscritto finale.

Posso dire, se il libro vi piacerà, che è il risultato di una attenta cooperazione. Se il libro non vi piacerà la colpa è mia – ho fatto io il passo finale.

Che consiglio puoi dare sulla scrittura ai fan che amano realizzare fanfiction per l’universo di GW?

E’ un grande mondo. Non dovete per forza mirare a cercare l’epico su larga scala. In GW2 i dragoni sono la più grande minaccia, ma c’è molto di più. E’ un mondo vivo; è un mondo dinamico. Ci sono posti in cui trovare un appezzamento di terra e sviluppare qualcosa a partire da li.

Abbiamo aventi, abbiamo parlato di eventi come l’attacco dei centauri, ma abbiamo anche eventi minori che sono semplicemente un “Che cosa è stato? Come mai accadrà?”. Essi coprono un ampio spettro, e io li raccomando a chiunque scriva fanfiction  ambientate nel mondo di GW2. E’ un mondo grande. Cercate un posto per voi in cui vi troviate a vostro agio.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 27 luglio 2010 in Generiche

 

Tag: , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: