RSS

Il sistema dei Tratti

12 Giu

ArenaNet ha rilasciato nuove informazioni su una interessante meccaniche che andrà a sostituire, almeno parzialmente, quelli che erano i vecchi “Attributi” di Guild Wars. Avremo a che fare in pratica con nuove numerose abilità passive che permetteranno di personalizzare profondamente lo stile di gioco del proprio personaggio. Potete trovare l’articolo originale, in lingua inglese, sul Sito Ufficiale di Guild Wars 2.

Introduzione

Il mio nome è Ben Miller, Game Designer per Guild Wars 2. Mentre Eric e Colin erano impegnati a scrivere post del blog e interviste, abbiamo lavorato su un sistema che si chiama “Tratti”. Sui forum ci sono state svariate speculazioni e domande riguardanti le caratteristiche di questo sistema. Cosa sono i tratti? Come si ottengono? Colin Johanson ha creato in segreto un ranch moa nella parte orientale di Washington come un fronte per l’Ordine dei Sussurri? Mi appresto a rispondere a due di queste tre giuste domande adesso, lasciando aperta la terza per l’elaborazione futura.

Cosa sono i tratti?

A livello di base, i Tratti permettono di fare meglio ciò che si sceglie di fare. Si selezionano i Tratti con lo scopo di modificare le competenze e gli attributi. Una volta che si sono imparati alcuni Tratti questi diventano una componente chiave nella creazione di ogni build.

Imparare a usare i tratti

Dunque come si fa a ottenere tutti i Tratti che servono a costruire una build? Buona domanda.

I Tratti si acquisiscono completando le sfide della professione sparse in tutto il mondo. Per esempio, si può entrare in una locanda e convincere un tipo losco nell’ombra a raccontarci le voci che girano su un tomo misterioso pieno di arcane conoscenze. Oppure è possibile sfidare a duello un leggendario Maestro di Spada, mentre esplorate Divinity’s Reach.

Ciascuna professione si concentra su diverse attività per sviluppare le proprie caratteristiche. I Guerrieri si allenano dal punto di vista fisico, sulla violenza, su cose da mangiare, e su cose da bere. Viceversa, gli Elementalisti cercano la conoscenza antica racchiusa in tomi o luoghi dotati di particolari poteri elementali. Le diverse  sfide dei Tratti accentuano la sensazione unica di ogni professione e portano realmente alla vita l’esperienza di gioco della professione.

La tua abilità crescerà man mano che completerai nuove sfide che svilupperanno Tratti particolari del tuo personaggio. I Maestri di Spada sconfitti vi insegneranno  le antiche tecniche di lotta, che vi permetteranno di selezionare il Tratto Maestria con la Spada. La scoperta di un misterioso tomo vi permetterà di svelare i segreti dell’energia magica.

Creare build coi tratti

Le build sono una delle cose che rendono unico Guild Wars, e rappresentano qualcosa che vogliamo portare in Guild Wars 2. Per chi non ha familiarità con le “build”, esse sono una combinazione di caratteristiche, abilità e attributi che si integrano in maniera ottimale gli uni con gli altri. Con circa 100 Tratti per ogni professione, ma ci sono più Tratti nel gioco di quanti un singolo personaggio possa equipaggiare, così che sia necessario prendere decisioni e selezionare alcuni Tratti piuttosto che altri.

I Tratti hanno un ruolo fondamentale nel determinare lo stile di gioco

Ogni professione ha il proprio set di Tratti. Questi sono simili per caratteristiche ai vari attributi delle professioni nell’originale Guild Wars. Ogni particolare Tratto ha un certo numero di slot maggiori e minori. I Guerrieri, ad esempio, hanno due linee generali chiamate Forza e Tattica, nonché altre linee minori per ciascuna delle armi che possono utilizzare. Divenendo maestri in certi Tratti sarà possibile inserirli in queste linee influenzando le caratteristiche del proprio personaggio.

In precedenza abbiamo parlato del Sistema di Abilità di Guild Wars 2 e di come sia possibile scegliere abilità di guarigione, abilità d’elite, ad altre abilità. Ora è il momento di introdurre anche i Tratti nel mix. Ecco un esempio specifico di creazione di una build per un Guerriero di alto livello.

Per dare un pò di contesto, supponiamo che un evento sia appena iniziato. Un cinghiale gigante si è scagliato attraverso la foresta e il vostro gruppo ha deciso di abbatterlo. La build ha lo scopo di massimizzare il danno che voi e i vostri compagni di squadra siete in grado di causare contro un singolo bersaglio.

Fase 1: Scegliere un’arma. L’arma che si sta maneggiando è il principale fattore determinante per il modo in cui il personaggio giocherà. Supponiamo di scegliere una spada, un’arma versatile che viene associata a tre abilità (Arteria Lacerata, Taglio e Spinta Finale), un rapido attacco a ripetizione che colpisce una piccola area (Raffica), e una abilità per ridurre la la distanza tra voi e il nemico (Presa Selvaggia). Per la mano secondaria potrei prendere un corno da guerra per gli appassionati di danni, ma otterrò il risultato con l’effetto delle mie abilità. Quindi prenderò invece una doppia spada per massimizzare il danno stesso. In pratica, devi anche decidere la tua arma alternativa per eventuali scambi durante il combattimento – ad esempio un arco lungo per colpire a distanza.

Fase 2: Scegliere una abilità di guarigione. Andiamo con una cura base tipo Sorgente Curativa, che vi dà la salute e l’adrenalina quando viene utilizzata. L’Adrenalina fornisce danno bonus e permette di usare più spesso le abilità esplosive, quindi è perfetta per la nostra build.

Fase 3: Scegliere le tue abilità normali e l’abilità d’élite. Puoi scegliere Nel mio marchio (che riduce l’armatura del nemico e richiede la selezione di un obiettivo), Per la Gran giustizia (che fornisce agli alleati Benedizione della Furia e Benedizione della Potenza) e Frenesia (che aumenta il complessivo guadagno di adrenalina). Come abilità di elite prendo la sempre epica Stendardo di Battaglia (che conferisce una serie di notevoli potenzialmenti ai tuoi alleati).

Fase 4: Assegnare i Tratti. Qui si può iniziare concentrandosi sullo stile di gioco desiderato cercando di scegliere accuratamente ciò che si vuole mettere in ogni slot di ciascuna caratteristica.

Forza: Scegliamo di inserire Tratti per aumentare la tua forza in modo da permettere ai singoli attacchi corpo a corpo di infliggere una maggiore quantità di danni.

Tattica: Durante la caccia al cinghiale gigante poter cambiare rapidamente le armi sarebbe un grande vantaggio, quindi potremmo scegliere il tratto Maestro d’Armi per ridurre il tempo di recupero dopo ogni cambio d’arma. Ci sono anche Slot dei Tratti che possono aumentare il numero di obiettivi influenzati dagli urli, o aumentare la durata del vostro stendardo.

Spada: Si sceglie lo slot di Maestro di Spada per aumentare ulteriormente il danno causato dall’arma, o anche il Tratto che aumenta la possibilità di causare un colpo critico con l’abilità Spinta Finale.

Arco Lungo: Al di là di ciò che è disponibile teniamo le cose semplici, causano più danno.

Desideriamo che la sperimentazione con i Tratti sia divertente e coinvolgente, quindi abbiamo creato delle regole estremamente flessibili per cambiare i tratti. Senza costi in-game, è possibile cambiare i propri Tratti, al di fuori del combattimento. Questo significa che è possibile sperimentare cosa funziona e cosa no in maniera molto rapida, senza dover tornare in città o preoccuparsi di avere abbastanza oro.

Che si tratti di avventure in giro per Tyria cercando di fermare i draghi o gli altri giocatori in combattimenti World-PvP – il sistema dei Tratti è lì per essere sperimentato, per divertirsi e per dare la sensazione di star davvero padroneggiando la professione scelta. Come in Guild Wars, ci sono innumerevoli combinazioni intelligenti ed uniche da trovare.

A tutti voi aspiranti eroi là fuori: Gettatevi nell’avventura, e utilizzate il potere di Tratti non per il bene o il male, ma per il divertimento.

Restate con noi – nelle prossime settimane parleremo di cose come titoli, armature e attrezzature … e forse riusciremo anche a convincere Colin a parlare del suo ranch moa segreto.

_________________________________

Si ringrazia Princess San per la revisione e le correzioni all’articolo.

 
1 Commento

Pubblicato da su 12 giugno 2010 in Traduzioni Sito Ufficiale

 

Tag: , , , , ,

Una risposta a “Il sistema dei Tratti

  1. Tiziano!

    14 giugno 2010 at 23:26

    SEMPRE piu convinto che se riesce sto gioco ambia il mondo degli MMoRpg, altrimenti MEGAFLOP co tutti i sandalacci e i tratti!

     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: