RSS

Intervista a Jeff Grubb

16 Feb
Di seguito trovate la traduzione dell’intervista del team di TenTonHammer a Jeff Grubb, Game Designer di ArenaNet coinvolto nello sviluppo del mondo di gioco e della sua “storia”. Potete trovare tutta l’intervista originale in inglese a questo link.

Ten Ton Hammer: Sappiamo che in Guild Wars 2 gli Antichi Draghi si sono risvegliati. Puoi darci qualche informazione sul Drago Zaithan che i giocatori incontreranno nel gioco e sul perchè i Draghi si stiano risvegliando proprio adesso?

Jeff Grubb: Zhaitan è l’Antico Drago Non-Morto. La sua tana si trovava proprio sotto Orr, pertanto quando è tornato in superficie ha portato con se dalle profondità marine anche questa nazione sommersa. Zhaitan attualmente ha fatto della Città degli Dei Umani la sua nuova tana. Si, Zhaitan è così potente e, si, lo incontrerete nel gioco. Ma prima, avrete a che fare con i servi del dragone, dai non morti che flagellano le coste di Tyria ai suoi più forti e perversi campioni.

Sul perchè gli Antichi Draghi non si erano ancora rivelati – abbiamo sparso alcune teorie nel gioco, ma non riveliamo ancora completamente la loro origine. All’inizio del gioco, i Draghi sono considerati forze lementali – come terremoti o maremoti – incapaci di distinguere tra cose vive e morte.

Ten Ton Hammer: Sembra che i Nani siano quelli con maggiori conoscienze riguardo i Draghi come Zaithan, ma ciò che rimane di questa razza è andato disperso? Ci saranno Nani nel gioco in grado di dare informazioni sui Draghi e magari sul perchè del loro risveglio?

Jeff: I Nani sapevano del Gran Distruttore, il precursore di Primordus, sapevano di Jormag, e probabilmente sapevano qualcosa anche degli altri Draghi. Comunque sia, in Guild Wars 2, i Nani sono stati tramutati in pietra e sono discesi nelle profondità della terra per combattere i servi di Primordus. Solo pochi Nani sono rimasti in superficie e potrebbero anche essere di qualche aiuto per i giocatori, ma la maggior parte ha portato con se sottoterra tutte le conoscienze sui Draghi.

Ten Ton Hammer: I giocatori potranno incontrare gli altri Antichi Draghi?

Jeff: Gli effetti della presenza degli Antichi Draghi si fanno sentire in ogni luogo di Tyria e su tutte le razze di Guild Wars 2. Incontrarli faccia a faccia è però un’opportunità che potrebbe realizzarsi solo in future espansioni. Ma questo va oltre quello di cui possiamo parlare – intanto aspettiamo di vedere se sarete in grado di superare il primo Drago.

Ten Ton Hammer: Alcune delle razze sono state in guerra tra loro e scorre cattivo sangue tra esse, come ad esempio tra gli umani e i charr. Con il risveglio dei Dragoni, gli storici rivali di Tyria hanno ora trovato un nemico comune. Date queste premesse, in che modo ciascuna razza interagirà con i membri delle altre razze? Sono state fondate nuove alleanze? Vedremo relazioni migliorate tra alcuni gruppi mentre altri continuano ad essere in guerra?

Jeff: Il primo degli Antichi Draghi si è risvegliato 50 anni dopo il tempo di Guild Wars: Eye of the North, e altri come Jormag e Zaithan si sono ridestati nei duecento anni successivi. Pertanto la semplice apparizione dei Draghi non è stata sufficiente a forzare le razze ad appianare le loro divergenze. La pace tra Charr e Umani è ancora  fresca e fragile, mentre tentativi di trovare un accordo pacificatore sono ancora in corso intorno alle mura di Ebonhawke.  I norn non si considerano sconfitti da Jormag, l’Antico Drago dei Ghiacci; essi pensano alla loro situazione come ad una temporanea ritirata. Gli Asura, come al loro solito, hanno un diverso punto di vista – essi considerano le altre razze come meri pezzi di un puzzle. Si, le altre razze sanno di questa visione degli Asura, e difatti sono molto diffidenti nei loro confronti e nei confronti dei loro piani. I Sylvari stanno cercando il loro posto nel mondo. Di tutte le razze, essi sono l’unica che si è rivolta ad affrontare i servi dei Dragoni. Le altre razze non sanno che pensare dei Sylvari, e i Sylvari stessi usano questo fatto a proprio vantaggio.

Ten Ton Hammer: Che ruolo avranno i giocatori relativamente all’unificazione delle razze di Tyria?

Jeff: I giocatori dovranno crescere attraverso le missione assegnate, passando attraverso delle sfide specifiche per ciascuna razza finchè non raggiungeranno un punto in cui potranno entrare a far parte di gruppi multiraziali (Monastero di Durmand, Ordine dei Sussurri o i Vigilanti), superando i problemi legati alla singola razza e trovandosi invece ad affrontare gli Antichi Draghi. I giocatori costituiranno la chiave per unire i diversi popoli.

Ten Ton Hammer: Come è cambiato il mondo rispetto al primo gioco?

Jeff: Strutturalmente, davvero molto.

Orr è riaffiorata dalle profondità del Mare delle Sofferenze. L’Arco del Leone è stato sommerso e poi ricostruito. L’Antico Drago Kralkatorrik ha lasciato una lunga e profonda cicatrice nel terreno ed è volato verso Sud. I Charr controllano Ascalon, ma la Città di Ascalon è letteralmente una città fantasma. Nuove città umane sono nate, come la Costa delle Divinità e Ebonhawke, mentre gli Asura hanno notevolmente espanso Rata Sum e i Sylvari sono si sono stabiliti attorno all’Albero Pallido. Ci sono molti luoghi familiari ai giocatori di Guild Wars 1, ma sono trascorsi 250 anni davvero tumultuosi. Gli Antichi Dragoni, hanno la tendenza a ristrutturare.

Ten Ton Hammer: Puoi dirci qualcosa di più sugli umani e i loro Dei? Potremo scoprire qualcosa di più sugli Dei umani e sulla loro rappresentazione come Draghi nella missione di Guild Wars “The Path to Revelations”?

Jeff: Nella scia di Guild Wars: Nightfall, gli Dei umani si sono ritirati e hanno smesso di intromettersi nei fatti del mondo, lasciando l’umanità a vedersela da sola coi suoi problemi (l’umanità è in decadenza, ma non è ancora affondata). Gli Dei rimangono importanti per le vite degli umani, anche se non sono più pronti a rispondere alle chiamate, per così dire.  I Charr negano l’importanza degli Dei, i Norn hanno gli spiriti animali, gli Asura seguono la loro Alchimia Eterna, e i Sylvari si stanno ancora guardando attorno.

Le rappresentazioni degli Dei sono interessanti (è un riferimento ad un set di quest in Eye of the North in cui i giocatori devono rintracciare le apparizioni di vari Dei su richiesta di un ricercatore Asura). Non sono Dei esse stesse, ma piuttosto servi degli Dei, al pari dei Dimenticati, che non sono quindi servi degli Antichi Draghi.

Ten Ton Hammer: L’esplorazione sottomarina è un aspetto di Guild Wars 2 a cui molti giocatori sono interessati. Cosa vi ha ispirati nel progettare e disegnare le aree subacquee e che tipo di ambientazioni i giocatori possono aspettarsi?

Jeff: Dal punto di vista della progettazione l’aggiunta della terza dimensione è stata una grossa sfida – le nostre lotte iniziali nei laboratori Asura sommersi sono state dure. Da un punto di vista artistico, le aree sottomarine sono ricche e varie quanto lo sono quelle di superficie, con ampia diversità di forme di vita e ambientazioni. Le aree al di sotto dei laghi ghiacciati di Cimefredde saranno molto diverse da quelle infestate e piene di relitti della costa di Orr.

 
Lascia un commento

Pubblicato da su 16 febbraio 2010 in Interviste, Lore e Background

 

Tag: , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: